Una dote per l’apprendimento

Gli studenti con disadattamento nel comportamento e nelle relazioni a scuola e con difficoltà di apprendimento rappresentano una categoria “a rischio” non solo rispetto ai risultati scolastici, ma in termini complessivi di sviluppo dell’esperienza umana, delle abilità sociali, delle relazioni significative (famiglia, gruppo dei pari, tempo libero).
Dall’esperienza di questi anni abbiamo visto quanto sia essenziale un intervenuto educativo mirato, che non “patologizza” la difficoltà, ma l’affronta e tenta di superarla dentro la normale trama di rapporti che un bambino e un adolescente vivono a scuola.
I contributi economici estemporanei al Centro oggi non garantiscono una continuità del servizio e, anche in questo delicato settore, non c’è nulla di peggio che iniziare un lavoro, creare un’aspettativa e poi interromperlo.

Per questo motivo è stata lanciata una campagna culturale e di raccolta fondi denominata “Una dote per l’apprendimento” per creare un fondo stabile di “doti” (1.000 € ciascuna) a cui la Fondazione possa attingere quando, in assenza di altri finanziamenti, dovrebbe interompere o ridurre il servizio. 

Tra i primi sostenitori di questa campagna due donne imprenditrici Regina Bertipaglia Rossi Luciani, titolare del nastrificio Victor di Piove di Sacco e già consigliere regionale e Ida Poletto, titolare dell’Hotel e Centro Benessere Abano Ritz di Abano Terme, le quali, insieme alla prof.ssa Daniela Lucangeli, direttore scientifico del Centro per conto dell’Università di Padova, nella cena di inaugurazione del Decennale di Ca’ Edimar hanno presentato l’iniziativa.

Una dote per vivere

Questa dote riguarda il fondo di solidarietà per facilitare l’inizio della vita attiva per giovani senza adeguato nucleo parentale di sostegno.
Il Fondo è concepito come sostegno economico per un progetto educativo più organico fondato sull’accompagnamento del giovane ad entrare positivamente nella vita adulta, nonostante una situazione di partenza sfavorevole o che si è venuta a creare durante i primi anni di vita attiva.
In particolare, attraverso l’elargizione di una ”dote mensile” di 400 € per 3 mesi a persona, si intende sostenere certi giovani ”soli” nella risposta ai bisogni primari di sussistenza che di norma garantisce una famiglia.
La dote può essere data dalla singola persona, da un’azienda, da un’associazione o da un gruppo di persone.
La dote è offerta, tramite adulti responsabile che governano il progetto, per rispondere al bisogno di sussistenza economica, nel caso il giovane dimostri di non aver alcuna aiuto da ambiti parentali o amicali o comunque di averlo in maniera insufficiente.

Con questa dote i giovani coinvolti parteciperanno ad un ”luogo di comunità adulta”, cioè un insediamento residenziale appositamente creato per loro, che favorisce processi di accompagnamento sociale e di inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro. 
La dote viene offerta per un periodo limitato di 3 mesi solo a quei giovani per i quali gli adulti responsabili del progetto prevedono una possibilità reale del soggetto di mantenersi alla fine della dote attraverso l’inserimento o il reinserimento nel mondo del lavoro.

Per avere informazioni o per aderire al progetto inviare una mail a:
associazione@operaedimar.org

Dona il tuo 5X1000

C’è un modo semplice di aiutarci e che non costa niente: devolvendo all’Opera Edimar il 5xmille allegato alla denuncia dei redditi. 
In un momento difficile per tutti e anche per la nostra Opera ogni 5xmille è una goccia utile.

Il 5xmille di quest’anno sarà devoluto per i lavori di adeguamento della struttura di Ca’ Edimar per attivare:
– accoglienza residenziale temporanea di nuclei monoparentali, in particolare madri con figli, temporaneamente senza dimora e riferimenti stabili
– appartamento over 18 per giovani senza ambito parentale, in preparazione all’inserimento nella vita attiva.

Con la denuncia dei redditi, scrivi il codice fiscale 92137770282

Per elargizioni e contributi si può utilizzare il conto corrente bancario n° 10321 presso Banca Prossima, (Padova) intestato a:

FONDAZIONE OPERA EDIMAR

Via Due Palazzi 43,
35132 Padova

codice IBANIT58G0335901600100000010321

Ai fini della detrazione fiscale è necessario conservare:

  •  attestato di donazione rilasciato dalla Fondazione Opera Edimar;
  • per versamenti con bollettino postale: ricevuta del versamento;
  • per bonifici o assegni bancari: estratto conto della banca ed eventuali note contabili.

Per maggiori informazioni scrivete all’indirizzo email: fondazione@operaedimar.org

Pubblicazioni: i quaderni operativi per il rinforzo e la verifica.

La casa editrice La Scuola ha stampato in questi giorni i primi due volumi di:

IMPARA CON ME MATEMATICA: quaderno operativo di rinforzo e verifica per le classi prima e seconda elementare.
IMPARA CON ME ITALIANO: quaderno operativo di rinforzo e verifica, per le classi prima e seconda elementare.

Entro il mese di giugno sarà pubblicata l’intera collana pari a 10 volumi.

I volumi sono stati realizzati dagli esperti del Centro per le difficoltà di apprendimento,con la supervisione della prof.ssa Daniela Lucangeli. Si tratta di quaderni operativi rivolti ai bambini della scuola elementare che presentano difficoltà di apprendimento nell’area della letto-scrittura o del calcolo. 

Per conoscere il centro

Il Centro Regionale di Ricerca e Servizi Educativi per le difficoltà di apprendimento nel Veneto favorisce l’attivazione di sistemi locali orientati alla promozione del benessere e alla prevenzione del disagio di adolescenti e giovani con difficoltà di apprendimento, con disadattamento scolastico, con difficoltà di relazione e di inserimento nel contesto scolastico.



Destinatari degli interventi sono
:

• ragazzi/e delle scuole elementari, medie inferiori e primo anno di scuole superiori e di centri di formazione professionale; si tratta di ragazzi di età compresa tra 8 e 15 anni che mostrano difficoltà e problematiche tali da ostacolare e rallentare il regolare processo di apprendimento scolastico; sono esclusi dal progetto ragazzi con diagnosi cliniche per le quali sia riconosciuto il diritto ad altre forme di sostegno ed assistenza;
• docenti, per offrire strumenti educativi per affrontare l’apprendimento di alunni in difficoltà;
• genitori, per informarli sulle problematiche evolutive, accrescendo così la consapevolezza sul ruolo educativo che sono chiamati a svolgere.

Caratteristica importante del Centro è la collaborazione con l’Università di Padova che garantisce la presenza costante di ricercatori e la supervisione scientifica di una docente universitaria, la prof.ssa Daniela Lucangeli, ordinario di psicologia dello sviluppo.
Tale collaborazione è regolata da un “Accordo Quadro di Collaborazione” approvato dal Senato Accademico dell’Università di Padova il 16 giugno 2006 tra l’Università di Padova e la Fondazione Opera Edimar.
Il Coordinatore Scientifico per l’Università è la prof.ssa Daniela Lucangeli, ordinario di Psicologia dello sviluppo e attualmente pro-rettore.

Le attività del Centro si svolgono a Padova, presso la sede dell’Associazione Edimar in via delle Cave15
Tel. 049 8719588
E-mail: apprendimento@operaedimar.org

Casa San Gaetano

E’ una comunità educativa per adolescenti e giovani che si avviano verso la maggiore età.

E’ accreditata come comunità educativa per 8 minori ed è condotta da un’équipe psicopedagogica.
Sono accolti adolescenti che, lontani dalla famiglia di origine, si stanno preparando ad affrontare la vita da maggiorenni attraverso un percorso verso l’autonomia.
La comunità educativa “Casa San Getano” di Ca’ Edimar è accreditata dalla Regione Veneto e gestita dalla Fondazione San Gaetano.

Per avere informazioni sugli inserimenti in Casa San Gaetano contattare:

Ufficio accoglienza: 0444-542541
Numero verde 80080220

Per te famiglia

Luogo di ascoltocondivisione e mutuo-aiuto per famiglie con bambini e adolescenti in difficoltà; sostegno a famiglie affidatarie e adottive.

Luogo di ascolto, condivisione e mutuo-aiuto per famiglie con bambini e adolescenti in difficoltà; sostegno a famiglie affidatarie e adottive.

Se entri per caso a Ca’ Edimar la prima cosa che incontri sono famiglie che vivono lì, che accolgono altre famiglie con cui dialogare e condividere i problemi educativi, affettivi, economici…

famiglie che accolgono temporaneamente minori in difficoltà dentro una comunità familiare “Casa Fraternità” o per progetti-ponte verso l’affido o anche per sostegni temporanei alle famiglie in difficoltà.

A Ca’ Edimar si pensa innanzitutto che la famiglia é una risorsa, anche quella problematica o che é dentro situazioni difficili con i figli o per altri motivi.

Qui ci si aiuta a scoprirsi risorsa e, dentro questa scoperta, ad affrontare i problemi della vita, in un luogo di accoglienza e di condivisione.

Da aprile è attivo il servizio “accompagnamento e aiuto alle figure genitoriali nell’accudimento e l’educazione dei figli, soprattutto se in nuclei monoparentali” affidato a Ca’ Edimar dal Comune di Padova,  all’interno ”ALLEANZE PER LA FAMIGLIA”  promosso e finanziato dalla Regione Veneto.

Per ulteriori informazioni contattate:
E-mail: caedimar@operaedimar.org
Tel: 049-714965 int. 1
Fax: 0498909553
Cell: 3470291336

Casa Atreyu

All’interno di Ca’ Edimar “Casa Atreyu” è un luogo di attività diurne per bambini e ragazzi di ambo i sessi, affidati dai servizi o dalle famiglie stesse.

Casa Atreju è una comunità feriale di affido diurno per bambini e ragazzi affidati dalle famiglie, con possibilità di accudimento dal momento del pranzo fino al loro ritorno a casa.
Gli obiettivi educativi sono principalmente:

– Aiuto alla crescita e allo sviluppo della personalità del minore all’interno della sfera familiaresociale e culturale;
– Promuovere sicurezza e autonomia;
– Promuovere socializzazionerelazione e integrazione

Per avere informazioni sugli inserimenti in Casa Atreju:
E-mail: caedimar@operaedimar.org
Tel.049 714965 int. 2
Fax 049 8909553
Cell: 3886555027

Casa Go up

All’interno di Ca’ Edimar è attivato un servizio di accoglienza residenziale per neo-maggiorenni e giovani di sesso maschile, con ambito parentale debole o assente, che si introducono all’autonomia e al lavoro.

Casa “Go Up” (che significa crescere, salire), dentro il villaggio di Ca’ Edimar risponde all’esigenza di proporre forme di “accoglienza protetta” pur dentro l’autonomia di vita adulta in cui i giovani maggiorenni ospitati (spesso quelli che escono dalle comunità per minori) sono coinvolti nell’ esperienza educativa e familiare complessiva del villaggio e possono godere di forme di aiuto prossimale tipiche di una vera esperienza comunitaria, con lo scopo di “transitare” verso l’autonomia e il pieno inserimento nel tessuto sociale e civile, “aumentando” le proprie potenzialità e “salendo” sempre più in alto dentro le vicende della vita.

La casa è guidata da una figura educativa adulta coadiuvata.

L’Associazione Edimar e l’Associazione Amici di New Labor si prendono carico della ricerca di lavoro, in vista di una sistemazione finale fuori di Ca’ Edimar dei giovani temporaneamente ospitati.

Per avere informazioni sugli inserimenti in Casa GO UP contattare:
E-mail: caedimar@operaedimar.org
Tel. 049 714965 int. 2
Fax 049 8909553
Cell: 3886555027